Legge di Stabilità 2016: cosa cambia nel Catasto.

Nuove metodologie operative in tema di identificazione e caratterizzazione degli immobili nel sistema informativo catastale.

 

La Legge n.208 del 28.12.2015 (Legge di stabilita’ 201&)  ha introdotto importanti novità riguardanti il Catasto e in particolar modo i criteri di individuazione dell’oggetto della stima diretta. Stiamo quindi parlando delle categorie speciali “D” ed “E”.Cosa cambia?Viene adesso stabilito quali sono le componenti immobiliari da prendere in considerazione ai fini della determinazione della rendita catastale e quali invece sono gli elementi di natura impiantistica da escludere dalla stima in quanto funzionali allo specifico prodotto produttivo. E’ una bella innovazione che farà felici numerose aziende!!! Facciamo un esempio: una ditta che produce semilavorati per pasticceria con celle frigorifere, friggitorie e forni. Sostanzialmente se domani questa azienda smettesse di fare questa attività gli impianti appena menzionati non servirebbero più. E’quindi possibile oggi scorporare il loro valore e abbassare notevolmente il valore finale della rendita catastale sulla quale verranno calcolate le tasse da pagare!Per gli utenti che si affretteranno,entro il 15 giugno, a chiedere la variazione catastale (rivolgendosi ad un professionista), la nuova rendita varrà dal 1 gennaio 2016. Nella legge sono comprese anche altre revisioni della prassi operativa leggibili al sottostante link.

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/nsilib/nsi/documentazione/provvedimenti+circolari+e+risoluzioni/circolari/archivio+circolari/circolari+2016/febbraio+2016/circolare+2e+del+01+febbraio+2016/20160129_Circolare+n+2-E.pdf